XagenaNewsletter
Xagena Mappa
Medical Meeting
Pneumobase.it

Varianti genetiche associate a sintomi gastrointestinali nella malattia di Fabry


I sintomi gastrointestinali sono spesso tra i primi eventi che si presentano nella malattia di Fabry, una malattia lisosomiale legata al cromosoma X causata da un deficit di alfa-galattosidasi A.
Nonostante i recenti progressi nella caratterizzazione clinica e molecolare della malattia di Fabry, la fisiopatologia dei sintomi gastrointestinali è ancora poco conosciuta.

Per fare luce sulla presentazione clinica differenziale o sulla intervariabilità dei sintomi gastrointestinali nella malattia di Fabry, sono stati genotipizzati 1.936 marcatori genetici in 231 geni che codificano per gli enzimi che metabolizzano i farmaci e le proteine di trasporto dei farmaci in 49 pazienti con malattia di Fabry.

Tutti e 9 i polimorfismi a singolo nucleotide ( SNP ) mappati all'interno di 4 geni hanno evidenziato differenze statisticamente significative nelle frequenze genotipiche tra i pazienti con malattia di Fabry che hanno manifestato sintomi gastrointestinali e pazienti senza questi sintomi: ABCB11 ( odd ratio, OR=18.07, P=0.0019; OR=8.21, P=0.0083; OR=8.21, P=0.0083; OR=8.21; P= 0,0083 ), SLCO1B1 ( OR=9.23, P=0.0065; OR=5.08, P=0.0289; OR=8.21, P=0.0083 ), NR1I3 ( OR=5.40, P=0.0191 ) e ABCC5 ( OR=14.44; P=0.0060 ).

Questo è il primo studio che ha indagato le relazioni tra eterogeneità genetica nei geni correlati ad assorbimento del farmaco, distribuzione, metabolismo ed escrezione ( ADME ) e sintomi gastrointestinali nella malattia di Fabry.
I risultati hanno fornito un nuovo quadro delle varianti genetiche che merita ulteriori indagini per la medicina di precisione nella malattia di Fabry. ( Xagena2016)

Di Martino MT et al, Oncotarget 2016; Epub ahead of print

MalRar2016 Med2016 Gastro2016



Indietro