Xagena Newsletter
Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net

Trattamento con Patisiran nei pazienti con amiloidosi cardiaca da transtiretina


L'amiloidosi da transtiretina, chiamata anche amiloidosi ATTR, è associata all'accumulo di depositi di amiloide da transtiretina nel cuore e si manifesta comunemente come cardiomiopatia progressiva.
Patisiran ( Onpattro ), un agente terapeutico di interferenza dell'RNA, inibisce la produzione di transtiretina epatica.

In uno studio di fase 3, randomizzato in doppio cieco, sono stati assegnati pazienti con amiloidosi cardiaca ereditaria, nota anche come variante, o da transtiretina wild-type a ricevere Patisiran ( 0.3 mg per chilogrammo di peso corporeo ) oppure placebo una volta ogni 3 settimane per 12 mesi.

È stata utilizzata una procedura gerarchica per testare gli endpoint primari e i tre endpoint secondari.
L'endpoint primario era la variazione rispetto al basale della distanza percorsa nel test di camminata di 6 minuti a 12 mesi.
Il primo endpoint secondario era il cambiamento dal basale al mese 12 nel punteggio KCCQ-OS ( Kansas City Cardiomyopathy Questionnaire-Overall Summary ), con punteggi più alti ad indicare un migliore stato di salute.
Il secondo endpoint secondario era un composito di morte per qualsiasi causa, eventi cardiovascolari e variazione rispetto al basale nella distanza del test di camminata di 6 minuti nell'arco di 12 mesi.
Il terzo endpoint secondario era un composito di morte per qualsiasi causa, ricoveri ospedalieri per qualsiasi causa e visite urgenti per insufficienza cardiaca nell'arco di 12 mesi.

In totale 360 pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Patisiran ( 181 pazienti ) o placebo ( 179 pazienti ).

Al mese 12, il calo della distanza percorsa in 6 minuti a piedi era inferiore nel gruppo Patisiran rispetto al gruppo placebo ( stima Hodges-Lehmann della differenza mediana, 14.69 m; P=0.02 ); il punteggio KCCQ-OS è aumentato nel gruppo Patisiran ed è diminuito nel gruppo placebo ( differenza media dei minimi quadrati, 3.7 punti; P=0.04 ).

Non sono stati osservati benefici significativi per il secondo endpoint secondario. Reazioni correlate all'infusione, artralgia e spasmi muscolari si sono verificati più spesso tra i pazienti del gruppo Patisiran rispetto a quelli del gruppo placebo.

La somministrazione di Patisiran per un periodo di 12 mesi ha portato a una capacità funzionale preservata nei pazienti con amiloidosi cardiaca da transtiretina. ( Xagena2023 )

Maurer MS et al, N Engl J Med 2023; 389: 1553-1565

Cardio2023 MalRar2023 Med2023 Farma2023



Indietro