XagenaNewsletter
Xagena Mappa
Medical Meeting
Dermabase.it

Stabilità ai test di funzionalità polmonare fino a 120 settimane dei pazienti con distrofia muscolare di Duchenne trattati con Eteplirsen


Sarepta Therapeutics ha annunciato i nuovi dati di funzionalità polmonare fino alla settimana 120 dello Studio 202, uno studio di estensione di fase IIb in aperto che ha valutato Eteplirsen nei pazienti con distrofia muscolare di Duchenne ( DMD ).
I risultati riguardanti più di due anni di trattamento hanno mostrato stabilità della funzione polmonare nella popolazione (I TT ) intent-to-treat dello studio ( n=12 ).
Questi dati sono in linea con i dati clinici precedentemente riportati a 120 settimane che hanno mostrato una stabilizzazione generale della capacità di deambulazione nei pazienti trattati con Eteplirsen, valutata mediante test del cammino in 6 minuti ( 6MWT ).

La funzione dei muscoli respiratori dal basale fino alla settimana 120 ha mostrato un aumento medio del 14.6% del MIP ( pressione massima inspiratoria ) e di un 15.0% del MEP ( pressione massima espiratoria ).

L’analisi di MIP come percentuale del valore previsto ( MIP aggiustato per il peso ) e MEP come percentuale del valore previsto ( MEP aggiustato per l’età ) hanno dimostrato un aumento medio dal 90.2 % al basale al 95.2% alla settimana 120 del MIP come percentuale del valore previsto, e un leggero incremento medio dal 79.3% al basale al 79.6% alla settimana 120 del MEP come percentuale del valore previsto.

Inoltre, è stato riscontrato un aumento medio della capacità vitale forzata ( FVC ), una misura del volume polmonare, del 8.7% dal basale alla settimana 120.
La capacità vitale forzata come percentuale del valore predetto ( FVC aggiustato per età e altezza ) è stata mantenuta al di sopra di una media del 90% fino alla settimana 120, con 101% al basale e 93% alla settimana 120.

Secondo Jerry Mendell, dei Centers for Gene Therapy and Muscular Dystrophy al Nationwide Children's Hospital e principale ricercatore dello studio di fase IIb, il primo segno di debolezza dei muscoli respiratori nella distrofia muscolare di Duchenne è rappresentato spesso dal deterioramento di MIP e di MEP appena i pazienti in prossimità dell’adolescenza.
Poichè i muscoli continuano a indebolirsi nel corso della malattia, la disfunzione respiratoria che richiede l’ausilio della ventilazione può avere un pesante impatto sulla qualità di vita.
L’insufficienza respiratoria è spesso un fattore importante nel causare la morte del paziente nelle fasi successive di progressione della malattia.

I risultati fino alla settimana 120 per altri endpoint di efficacia sperimentale, comprese le prove cronometrate funzionali ( ad esempio, manovra di Gowers e prova cronometrata in 4 fasi ) e la valutazione alla scala NSAA ( North Star Ambulatory Assessment ), hanno mostrato un declino rispetto al basale, sebbene più lentamente rispetto ai dati storici.
Questi endpoint sono meno caratterizzati nei pazienti con distrofia muscolare di Duchenne rispetto al test 6MWT e alle prove di funzionalità polmonare; presentano, infatti, più variabilità inter- e intra-paziente, anche se possono essere predittivi di declino nelle varie fasi di questa malattia.

Tutti i pazienti valutabili mediante misure di deambulazione sono ancora in grado di effettuare questi test con l'eccezione di un paziente che non è più in grado di eseguire la manovra di Gowers.

Eteplirsen è risultato ben tollerato fino alla settimana 120 e non sono stati riportati eventi avversi clinicamente significativi correlati al trattamento e nessun grave evento avverso correlato al trattamento.
Inoltre, non ci sono stati ricoveri ospedalieri o interruzioni del trattamento. ( Xagena2014 )

Fonte: Sarepta Therapeutics, 2014

MalRar2014 Med2014 Neuro2014 Pneumo2014 Farma2014


Indietro