Xagena Newsletter
Alliance Dermatologia & Dermocosmesi
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Prevenzione e trattamento delle infezioni bronchiali da Pseudomonas aeruginosa nei pazienti con fibrosi cistica: Consenso spagnolo


Pseudomonas aeruginosa è il patogeno principale nelle infezioni broncopolmonari nei pazienti con fibrosi cistica.
Questa infezioni può essere sradicata soltanto nelle fasi iniziali della infezione, mentre la riduzione della sua carica batterica è l'obiettivo terapeutico durante l'infezione cronica o le riacutizzazioni.

Lo screening neonatale e le conoscenze di farmacocinetica / farmacodinamica hanno modificato la gestione della fibrosi cistica.

Un follow-up microbiologico basato su esami colturali deve essere eseguito nei pazienti senza infezione da Pseudomonas aeruginosa.

Nella fase iniziale della infezione, sono raccomandati: Colistina per via inalatoria ( 0.5-2 MU/tid ), Tobramicina ( 300 mg/bid ) oppure Aztreonam ( 75 mg/tid ) con o senza Ciprofloxacina per os ( 15-20 mg/kg/bid, 2-3 settimane ).

Nelle infezioni croniche, il trattamento si basa sulla somministrazione continua di Colistina oppure con un regime di 28 giorni on-off ( 28 giorni di terapia alternati a 28 di non-terapia ) con Tobramicina o Aztreonam.

Durante le riacutizzazioni lievi-moderate può essere somministrata la Ciprofloxacina per os ( 2-3 settimane ), mentre le gravi riacutizzazioni devono essere trattate con la terapia di combinazione per via endovenosa ( beta-lattamici con aminoglicosidi o un fluorochinolone ). ( Xagena2015 )

Cantón R et al, Arch Bronconeumol 2015; Epub ahead of print

MalRar2015 Med2015 Inf2015 Pneumo2015 Farma2015


Indietro