XagenaNewsletter
Medical Meeting
Xagena Mappa
Pneumobase.it

Il beneficio derivato da Procarbazina, Lomustina e Vincristina in tumori oligodendrogliali è associato a mutazioni di IDH


I 9402 pazienti con tumori oligodendrogliali anaplastici portatori della mutazione 1p/19q che hanno partecipato allo studio RTOG ( Radiation Therapy Oncology Group ) hanno vissuto molto più a lungo dopo chemioradioterapia ( CRT ) rispetto alla sola radioterapia ( RT ).

Tuttavia, alcuni pazienti con tumori 1p/19q non-co-deleti hanno beneficiato lo stesso della chemio radioterapia; un numero significativamente maggiore di pazienti hanno vissuto più di 10 anni dopo chemioradioterapia rispetto alla sola radioterapia.

Quindi lo stato di mutazione 1p/19q non può identificare tutti coloro che rispondono alla chemioradioterapia.

Utilizzando i dati dello studio, è stato investigato se mutazioni IDH o polimorfismi della linea germinale associata con gliomi con mutazioni in IDH fossero in grado di identificare i soggetti, tra i 9402 pazienti dello studio RTOG, che potessero beneficiare della chemioradioterapia.

Una condizione IDH è stata valutata in 210 dei 291 pazienti; 156 ( 74% ) presentavano mutazioni.

La mutazione rs55705857 era valutabile in 245 pazienti; 76 ( 31% ) erano portatori dell'allele di rischio G.
Entrambi erano associati a una sopravvivenza libera da progressione più lunga dopo chemioradioterapia e il mutante IDH era associato a una sopravvivenza globale più lunga ( 9.4 vs 5.7 anni ; hazard ratio [ HR ], 0.59; P=0.006 ).

Per i pazienti con tumori wild-type, la chemioradioterapia non ha prolungato il periodo di sopravvivenza mediana ( 1.3 vs 1.8 anni; HR=1.14; P=0.67 ) o il tasso di sopravvivenza a 10 anni ( chemioradioterapia, 6% vs radioterapia, 4% ).

Sia i pazienti con tumori mutati co-deleti ( 14.7 vs 6.8 anni; HR=0.49; p=0.01 ) che con tumori mutati non- co-deleti ( 5.5 vs 3.3 anni; HR=0.56; P inferiore a 0.05 ) hanno vissuto più a lungo dopo chemioradioterapia rispetto alla sola radioterapia.

In conclusione, la condizione di portatore della mutazione IDH ha identificato pazienti con tumori oligodendrogliali che hanno ottenuto ( e non-ottenuto ) benefici dopo chemioterapia con agenti alchilanti e con radioterapia.
Sebbene i pazienti con tumori co-deleti abbiano vissuto più a lungo, anche pazienti con tumori IDH-mutati non- co-deleti hanno presentato una sopravvivenza più lunga dopo chemioradioterapia. ( Xagena2014 )

Cairncross JG et al, J Clin Oncol 2014; 32:783-790.

Onco2014 Neuro2014 MalRar2014 Farma2014


Indietro