Ibuprofene
Xagena Newsletter
Alliance Dermatologia & Dermocosmesi
Xagena Mappa

Efficacia di Idebenone sulla funzione respiratoria in pazienti con distrofia muscolare di Duchenne che non utilizzano glucocorticoidi


L’insufficienza cardiorespiratoria è la principale causa di morte nella distrofia muscolare di Duchenne.
Sulla base di prove precliniche e di studi di fase 2, è stata valutata l'efficacia e la sicurezza di Idebenone ( Catena, Raxone ) in giovani pazienti con distrofia muscolare di Duchenne che non stavano assumendo glucocorticoidi concomitanti.

In uno studio multicentrico di fase 3 svolto in Belgio, Germania, Paesi Bassi, Svizzera, Francia, Svezia, Austria, Italia, Spagna e Stati Uniti, i pazienti ( età 10-18 anni ) con distrofia muscolare di Duchenne sono stati randomizzati a ricevere Idebenone ( 300 mg tre volte al giorno ) oppure placebo per via orale per 52 settimane.
Gli operatori sanitari e i pazienti non conoscevano il trattamento assegnato.

L'endpoint primario era il cambiamento nel picco di flusso espiratorio ( PEF ) come percentuale prevista ( PEF%p ) dal basale alla settimana 52, misurata con la spirometria.

L'analisi è stata intention-to-treat ( ITT ) e ITT modificata ( mITT ), ed è stata definita prospetticamente per escludere i pazienti con almeno il 20% di differenza nel cambiamento annuo di PEF%p, misurata con spirometria in ospedale e a casa settimanalmente.

31 pazienti nel gruppo Idebenone e 33 nel gruppo placebo hanno costituito la popolazione ITT, e 30 e 27 hanno costituito la popolazione mITT.

Idebenone ha attenuato in modo significativo il calo di PEF%p dal basale alla settimana 52 nella popolazione mITT ( -3.05%p, P=0.134, vs placebo –9.01%p, P=0.0001; differenza 5.96%p, P=0.044 ) e nella popolazione ITT ( -2.57%p, P=0.215, vs –8.84%p, P minore di 0.0001; differenza 6.27%p, P=0.031 ).

Idebenone ha avuto anche un effetto significativo su PEF ( l/min ), PEF a casa settimanale, FVC e FEV1.

L'effetto di Idebenone sui risultati di funzionalità respiratoria è stato simile tra i pazienti con precedente uso di corticosteroidi e i pazienti naive ( mai trattati ) agli steroidi.

Il trattamento con Idebenone è risultato sicuro e ben tollerato, con tassi di eventi avversi simili in entrambi i gruppi.
Rinofaringite e mal di testa sono stati gli eventi avversi più comuni ( Idebenone, 8, 25%, e 6, 19%, su 32 pazienti; placebo, 9, 26%, e 7, 21%, su 34 pazienti ).
Diarrea transitoria e lieve è stata più comune nel gruppo Idebenone rispetto al gruppo placebo ( 8, 25%, vs 4 pazienti, 12% ).

Idebenone ha ridotto la perdita della funzione respiratoria, e rappresenta una nuova opzione di trattamento per i pazienti con distrofia muscolare di Duchenne. ( Xagena2015 )

Buyse GM et al, Lancet 2015;385:1748-1757

MalRar2015 Med2015 Neuro2015 Farma2015


Indietro