Polmoniti comunitarie - Percorso Diagnostico-Terapeutico
Xagena Newsletter
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Sicurezza, efficacia e tollerabilità di Efgartigimod nei pazienti con miastenia grave generalizzata: studio ADAPT


C'è un bisogno insoddisfatto di opzioni di trattamento per la miastenia grave generalizzata che siano efficaci, mirate, ben tollerate e che possano essere utilizzate in un'ampia popolazione di pazienti.

Sono state valutate la sicurezza e l'efficacia di Efgartigimod ( Vyvgart ), un frammento Fc di anticorpo IgG1 umano progettato per ridurre i livelli di autoanticorpi IgG patogeni, in pazienti con miastenia grave generalizzata.

ADAPT era uno studio di fase 3 randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, condotto in 56 centri accademici e comunitari neuromuscolari in 15 Paesi in Nord America, Europa e Giappone.

I pazienti di almeno 18 anni di età con miastenia grave generalizzata erano idonei a partecipare allo studio, indipendentemente dallo stato degli anticorpi anti-recettore dell'acetilcolina, se avevano un punteggio MG-ADL ( Myasthenia Gravis Activity of Daily Living ) di almeno 5 ( superiore al 50% non-oculare ) ed erano in trattamento con una dose stabile di almeno un trattamento per la miastenia grave generalizzata.

I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a Efgartigimod 10 mg/kg o placebo corrispondente, somministrato in 4 infusioni per ciclo ( un'infusione alla settimana ), ripetuto secondo necessità in base alla risposta clinica non prima di 8 settimane dopo l'inizio del ciclo precedente.

I pazienti, i ricercatori e il personale del sito clinico erano tutti in cieco per l'assegnazione del trattamento.

L'endpoint primario era la proporzione di pazienti positivi agli anticorpi del recettore dell'acetilcolina responder alla scala MG-ADL ( miglioramento di MG-ADL maggiore o uguale a 2 punti sostenuto per 4 settimane o più ) nel primo ciclo di trattamento.

L'analisi primaria è stata eseguita nella popolazione intention-to-treat modificata ( mITT ) di tutti i pazienti positivi agli anticorpi del recettore dell'acetilcolina che avevano una valutazione MG-ADL al basale valida e almeno una valutazione MG-ADL post-basale.

L'analisi di sicurezza ha incluso tutti i pazienti assegnati in modo casuale che hanno ricevuto almeno una dose o una dose parziale di Efgartigimod o placebo.

Tra il 2018 e il 2019, 167 pazienti ( 84 nel gruppo Efgartigimod e 83 nel gruppo placebo ) sono stati arruolati, assegnati in modo casuale e trattati.
129 ( 77% ) erano positivi agli anticorpi del recettore dell'acetilcolina.

Di questi pazienti, erano presenti più responder a MG-ADL nel gruppo Efgartigimod ( 44 su 65, 68% ) nel ciclo 1 rispetto al gruppo placebo ( 19 su 64, 30% ), con un odds ratio ( OS ) di 4.95 ( P minore di 0.0001 ).

In tutto 65 pazienti su 84 ( 77% ) nel gruppo Efgartigimod e 70 su 83 ( 84% ) nel gruppo placebo hanno avuto eventi avversi emergenti dal trattamento, tra cui i più frequenti sono stati: cefalea ( Efgartigimod 24, 29%, vs placebo 23, 28% ) e nasofaringite ( Efgartigimod 10, 12%, vs placebo 15, 18% ).
4 pazienti ( 5% ) trattati con Efgartigimod e 7 pazienti ( 8% ) nel gruppo placebo hanno manifestato un evento avverso grave.
3 pazienti in ciascun gruppo di trattamento ( 4% ) hanno interrotto il trattamento durante lo studio.

Non ci sono stati decessi.

Efgartigimod è risultato ben tollerato ed efficace nei pazienti con miastenia grave generalizzata.
Il dosaggio individualizzato basato sulla risposta clinica è stata una caratteristica unica di ADAPT e la traduzione in pratica clinica con dati di sicurezza ed efficacia a lungo termine sarà ulteriormente informata dall'estensione in aperto in corso. ( Xagena2021 )

Howard JF Jr et al, Lancet Neurology 2021; 20: 526-536

Neuro2021 MalRar2021 Med2021 Farma2021



Indietro