Ematologia.net
Reumatologia
Gastroenterologia.net
OncoGinecologia.net

Nusinersen nella atrofia muscolare spinale ad esordio infantile


L'atrofia muscolare spinale è una malattia neuromuscolare autosomica recessiva causata da un livello insufficiente di proteina di sopravvivenza del motoneurone ( SMN )
Nusinersen ( Spinraza ) è un farmaco oligonucleotidico antisenso che modifica lo splicing dell’RNA pre-messaggero del gene SMN2 e quindi promuove l'aumento della produzione di proteine ​​SMN di lunghezza intera.

È stato condotto uno studio di fase III, randomizzato, in doppio cieco, controllato con simulazione, di efficacia e sicurezza riguardante Nusinersen nei bambini con atrofia muscolare spinale.

Gli endpoint primari erano una risposta motoria fondamentale ( definita in base ai risultati alla scala HINE ( Hammersmith Infant Neurological Examination ) e la sopravvivenza libera da eventi ( tempo alla morte o uso della ventilazione assistita permanente ).
Gli endpoint secondari comprendevano la sopravvivenza globale e le analisi di sottogruppo della sopravvivenza libera da eventi in base alla durata della malattia allo screening.

Nell'analisi ad interim, una percentuale significativamente più alta di bambini nel gruppo Nusinersen rispetto al gruppo di controllo ha avuto una risposta motoria fondamentale ( 21 su 51 neonati, 41%, vs 0 su 27, 0%, P minore di 0.001 ), e questo risultato ha portato alla cessazione anticipata dello studio.

All’ultima analisi, una percentuale significativamente più alta di neonati nel gruppo Nusinersen rispetto al gruppo di controllo ha avuto una risposta motoria fondamentale ( 37 su 73 neonati, 51%, vs 0 su 37, 0% ) e la probabilità di sopravvivenza libera da eventi è stata maggiore nel gruppo Nusinersen rispetto al gruppo di controllo ( hazard ratio, HR per morte o uso della ventilazione permanente assistita, 0.53; P=0.005 ).

La probabilità di sopravvivenza globale è stata più alta nel gruppo Nusinersen rispetto al gruppo di controllo ( HR per morte, 0.37; P=0.004 ) e i bambini con una durata della malattia più breve allo screening hanno avuto più probabilità rispetto a quelli con una durata della malattia più lunga di trarre beneficio da Nusinersen.
L'incidenza e la gravità degli eventi avversi sono state simili nei due gruppi.

In conclusione, tra i bambini con atrofia muscolare spinale, quelli che avevano ricevuto Nusinersen hanno avuto più probabilità di essere vivi e di avere miglioramenti nella funzione motoria rispetto a quelli nel gruppo di controllo.
Il trattamento precoce può essere necessario per massimizzare il beneficio del farmaco. ( Xagena2017 )

Finkel RS et al, N Engl J Med 2017; 377: 1723-1732

Neuro2017 MalRar2017 Med2017 Farma2017


Indietro