Alliance Cicatrici
Forum Infettivologico
Alliance Dermatite
Xagena Newsletter

Malattia di Dent


La malattia di Dent è un disordine del tubulo renale caratterizzata da disfunzione del tubulo prossimale che determina proteinuria con proteine a basso peso molecolare, ipercalciuria, nefrolitiasi, nefrocalcinosi e insufficienza renale progressiva. Queste caratteristiche si osservano generalmente solo nei maschi, e possono insorgere nella prima infanzia, mentre le femmine portatrici possono avere manifestazioni cliniche più lievi.
La prevalenza non è nota, e il disordine è stato segnalato in circa 250 famiglie fino ad oggi.
Si possono verificare complicazioni come il rachitismo o l'osteomalacia.

La malattia è causata da mutazioni dei geni CLCN5 ( malattia di Dent 1 ) e OCRL1 ( malattia di Dent 2 ) che si trovano rispettivamente sul cromosoma Xp11.22 e Xq25.
CLCN5 codifica per lo scambiatore Cl-/H+ elettrogenico CIC-5, che appartiene alla famiglia CLC dei canali/trasportatori del Cl-.
OCRL1 codifica per una fosfatidilinositolo difosfato ( PIP 2 ) 5-fosfatasi e le mutazioni sono associate anche alla sindrome di Lowe.

Il fenotipo della malattia di Dent si spiega con l'espressione prevalente di CIC-5 a livello del segmento del tubulo renale prossimale. Nessuna correlazione genotipo-fenotipo è stata descritta finora, e vi è una notevole variabilità intra-familiare nella gravità della malattia. Alcuni pazienti con malattia di Dent non hanno mutazioni nei geni CLCN5 e OCRL1, con coinvolgimento di altri geni.

La diagnosi si basa sulla presenza di tutti e tre i seguenti sintomi: proteinuria con proteine a basso peso molecolare, ipercalciuria e almeno uno dei seguenti: nefrocalcinosi, calcoli renali, ematuria, ipofosfatemia o insufficienza renale. Il test genetico molecolare conferma la diagnosi.
La diagnosi differenziale include altre cause di disfunzione generalizzata dei tubuli prossimali ( sindrome renale di Fanconi ), cause ereditarie, acquisite o provocate da sostanze esogene.
La diagnosi prenatale e il test genetico pre-impianto non sono consigliati.

La cura dei pazienti con malattia di Dent è di supporto, e riguarda il trattamento della ipercalciuria e la prevenzione della calcolosi renale.
La prognosi vitale è buona nella maggior parte dei pazienti.
La progressione della disfunzione renale verso l'ultimo stadio si verifica tra i 30 e i 60 anni nel 30-80% dei maschi affetti. ( Xagena2010 )

Devuyst O, Thakker RV, Orphanet Journal of Rare Diseases 2010; 5: 28


Nefro2010 MalRar2010


Indietro