Xagena Mappa
Medical Meeting
Farmaexplorer.it
Gastrobase.it

HyQvia, terapia sostitutiva in pazienti adulti, bambini e adolescenti, con sindromi da immunodeficienza primaria e nelle ipogammaglobulinemie


HyQvia è un’unità a doppio flaconcino costituita da un flaconcino di Immunoglobulina umana normale ( Immunoglobulina 10% o IG 10% ) e un flaconcino di Ialuronidasi umana ricombinante ( rHuPH20 )..

HyQvia trova indicazione come terapia sostitutiva in pazienti adulti, bambini e adolescenti ( 0-18 anni di età ) per il trattamento di:

a) sindromi da immunodeficienza primaria con compromissione della produzione di anticorpi:

b) ipogammaglobulinemia e infezioni batteriche ricorrenti in pazienti con leucemia linfatica cronica, ove gli antibiotici per uso profilattico abbiano fallito o siano controindicati;

c) ipogammaglobulinemia e infezioni batteriche ricorrenti in pazienti con mieloma multiplo;

d) ipogammaglobulinemia in pazienti prima e dopo allotrapianto di cellule staminali emopoietiche ( HSCT ).

Il componente Immunoglobulina ( IG )10% esercita l’effetto terapeutico di questo medicinale. La ialuronidasi umana ricombinante facilita la dispersione e l’assorbimento delle IG 10%.
L’immunoglobulina normale umana contiene prevalentemente immunoglobulina G ( IgG ) con un ampio spettro di anticorpi opsonizzanti e neutralizzanti contro gli agenti infettivi.
L’immunoglobulina normale umana contiene gli anticorpi anti-IgG presenti nella popolazione generale.
Solitamente viene prodotta da plasma umano raggruppato da almeno 1.000 donazioni. La distribuzione delle sottoclassi di IgG è strettamente proporzionale a quella nel plasma umano nativo.

La ialuronidasi umana ricombinante è una forma ricombinante solubile della ialuronidasi umana, che aumenta la permeabilità del tessuto sottocutaneo depolimerizzando temporaneamente l’acido ialuronico. L’acido ialuronico è un polisaccaride presente nella matrice intercellulare del tessuto connettivo. Viene depolimerizzato dall’enzima ialuronidasi presente allo stato naturale.
A differenza dei componenti strutturali stabili della matrice interstiziale, l’acido ialuronico è caratterizzato da un ricambio molto rapido con un’emivita di circa 0.5 giorni.
La ialuronidasi umana ricombinante di HyQvia agisce a livello locale. Gli effetti della ialuronidasi sono reversibili e la permeabilità del tessuto sottocutaneo viene ripristinata entro 24-48 ore.

L’efficacia e la sicurezza di HyQvia sono state valutate in uno studio di fase 3 ( 160603 ) condotto in 83 pazienti affetti da immunodeficienza primaria.
I pazienti sono stati trattati con HyQvia a intervalli di 3 o 4 settimane per un totale di 12 mesi ( dopo una breve titolazione ).
La dose di HyQvia era basata sul trattamento precedente con IG 10% per via endovenosa ( da 320 a 1.000 mg/kg di peso corporeo/4 settimane ) ed è stata adattata singolarmente, assicurando livelli adeguati di IgG per l’intera durata dello studio.
I risultati dello studio hanno mostrato un tasso annuo di infezioni batteriche acute, gravi, confermate durante il trattamento con HyQvia pari a 0.025.
Il tasso globale di infezioni era inferiore durante la somministrazione di HyQvia rispetto ai tre mesi di somministrazione di IG 10% per via endovenosa: la stima puntiforme del tasso annualizzato di tutte le infezioni era 2.97 per HyQvia e 4.51 per le infusioni endovenose di IG 10%.
Sessantasei pazienti che hanno completato lo studio principale di fase 3 hanno partecipato a uno studio di estensione ( 160902 ) per la valutazione della sicurezza, della tollerabilità e dell’efficacia a lungo termine di HyQvia nella immunodeficienza primaria.
L’esposizione globale combinata di pazienti affetti da immunodeficienza primaria in entrambi gli studi è stata di 187.69 anni-paziente; l’esposizione più lunga per gli adulti è stata di 3.8 anni, mentre per i pazienti pediatrici è stata di 3.3 anni.

Popolazione pediatrica

HyQvia è stato valutato in 24 pazienti pediatrici, compresi 13 pazienti di età compresa tra 4 e meno di 12 anni e 11 pazienti di età compresa tra 12 e meno di 18 anni, che sono stati trattati per un massimo di 3.3 anni con una esperienza globale di sicurezza equivalente a 48.66 anni-paziente.
Non sono state osservate differenze apprezzabili negli effetti farmacodinamici o nell’efficacia e nella sicurezza di HyQvia tra i pazienti pediatrici e gli adulti. ( Xagena2016 )

Fonte: EMA, 2016

MalRar2016 Med2016 Inf2016 Pedia2016 Farma2016


Indietro