Xagena Mappa
Medical Meeting
XagenaNewsletter
Mediexplorer.it

Efficacia e sicurezza nel lungo termine di Laronidasi nel trattamento della mucopolisaccaridosi di tipo I


Un gruppo di ricerca internazionale ha condotto uno studio per valutare la sicurezza e l’efficacia a lungo termine della alfa-L-iduronidasi umana ricombinante ( Laronidasi; Aldurazyme ) nei pazieni con mucopolisaccaridosi di tipo I.

Tutti i 45 pazienti, che avevano completato uno studio di 26 settimane con Laronidasi, sono stati arruolati in uno studio di estensione in aperto della durata di 3.5 anni.

L’età media dei pazienti al basale era di 16 anni ( range: 16-43 ). Tutti i pazienti avevano forme attenuate di malattia ( fenotipi: 84% Hurler-Scheie, 16% Scheie ).

Tutti i 40 pazienti che hanno portato a termine lo studio hanno ricevuto almeno l’80% delle infusioni programmate.

Come mostrato in precedenti studi, i livelli urinari di glucosaminoglicano sono diminuiti entro le prime 12 settimane e il volume epatico entro il primo anno.

La percentuale di capacità vitale forzata predetta è rimasta stabile con una diminuzione lineare di 0,78 punti percentuali all’anno.

La distanza percorsa in 6 minuti di cammino è aumentata a 31,7 m nei primi due anni con un guadagno finale di 17,1 m.

Miglioramenti nell’indice apnea/ipoapnea ( diminuzione di 7,6 eventi per ora tra i pazienti con significativa apnea notturna al basale ) e flessione delle spalle ( aumento di 17,4° ) sono stati più rapidi durante i primi 2 anni.

I miglioramenti negli indici di disabilità secondo l’indice Child Health Assessment Questionnaire / Health Assessment Questionnaire ( diminuzione di 0.31, un significativo miglioramento clinico nelle attività quotidiane ), sono stati graduali e si sono mantenuti lungo tutto il periodo di osservazione.

Le infusioni di Laronidasi sono state generalmente ben tollerate ad eccezione di un paziente che ha mostrato reazione anafilattica.
Le reazioni associate all’infusione, che si sono presentate nel 53% dei pazienti, sono state in genere lievi, di facile gestione e sono notevolmente diminuite dopo 6 mesi.

Un paziente è deceduto in seguito a infezione delle vie aeree superiori non correlata al trattamento.
Il 93% dei pazienti ha sviluppato anticorpi anti-Laronidasi, il 29% dei pazienti è risultato sieronegativo all’ultimo controllo.

In conclusione, lo studio ha mostrato i benefici clinici e la sicurezza a lungo termine della Laronidasi nei pazienti con mucopolisaccaridosi di tipo I con fenotipo attenuato.
Una diagnosi immediata e un trattamento precoce consentono di massimizzare gli esiti del trattamento. ( Xagena2009 )

Clarke LA et al, Pediatrics 2009; 123: 229-240


Farma2009 Endo2009 ML2009


Indietro